Test delle intolleranze alimentari

Ad oggi esistono diversi metodi per rilevare le intolleranze alimentari, alcuni svolti su campioni di sangue, altri sulla saliva, o sul capello; tuttavia nessuno di questi risulta essere attendibile al 100%, ed il crescente interesse della medicina occidentale verso le medicine tradizionali orientali, insieme ai nuovi studi scientifici hanno portato allo sviluppo di nuovi strumenti per la ricerca di eventuali disequilibri legati agli alimenti e che, per quanto non siano infallibili, permettono di dare un quadro articolato ed affidabile dello stato di salute.

L’approccio bioenergetico, sviluppato dagli anni Cinquanta in Germania, integra i principi della Medicina Tradizionale Cinese e dell’Agopuntura con le recenti scoperte della Fisica Quantistica, riconoscendo l’esistenza di “flussi di energia”, dei flussi di microcorrenti, che seguono un preciso percorso lungo tutto il corpo umano, i Meridiani, e che sono alla base della Vita.

Secondo queste teorie, quando l’organismo entra in contatto con un alimento, un oggetto, o qualsiasi altra cosa lo circondi, si crea una variazione a livello bio-elettrico, la quale porta a modifiche chimico-biologiche positive o negative nella persona stessa, riscontrabili fisicamente sulla base di variazioni elettromagnetiche emesse a livello cutaneo.

STRUMENTO BIO-ELETTRICO EAV

Lo strumento bio-elettrico EAV (Elettro agopuntura secondo Voll) individua eventuali squilibri energetici dipendenti da un’intolleranza ad un alimento o additivo alimentare, misurando la variazione dei segnali bioelettrici sui punti di agopuntura posti sulla mano.

Durante il Test, la persona tiene in una mano un cilindro metallico (polo negativo), mentre l’operatore appoggia un puntale (polo positivo) sui punti meridiani dell’altra mano; l’apparecchio rileverà le variazioni elettriche (resistenza cutanea) in base al grado di risonanza tra il segnale elettromagnetico emesso da una sostanza e il punto del meridiano sulla mano.

INTOLLERANZA ALIMENTARE

L’intolleranza alimentare è una reazione avversa ad un particolare cibo o sostanza ingerita. Le statistiche più recenti indicano che più del 65% della popolazione ne soffre. A differenza dell’allergia alimentare, l’intolleranza non implica per forza l’attivazione anomala del sistema immunitario, e presenta sintomi meno gravi e di varia natura; inoltre dipendono dalla quantità di alimento ingerito e dalla frequenza di assunzione.

Le cause non derivano sempre e solo da una carenza degli enzimi deputati al metabolismo dei cibi o da una reazione immunitaria, ma possono dipendere da vari fattori e concause, quali malassorbimento intestinale, stress cronico, errato stile di vita, inquinamento ambientale, processi di raffinazione e conservazione dei cibi, dieta squilibrata, disbiosi intestinale, ecc.

Non è facile riconoscere un’intolleranza alimentare, poiché non essendo presenti nel sangue le immunoglobuline IgE, tipiche delle allergie alimentari, le intolleranze non sono evidenziabili con i comuni test clinici. Gli stessi sintomi spesso non vengono collegati ad un’intolleranza alimentare, e possono comprendere dolore e gonfiore addominale, stitichezza o diarrea, meteorismo, nausea, ma anche stanchezza eccessiva, mal di testa, ritenzione idrica, sfoghi cutanei, afte, gonfiore alla lingua, alterata percezione dei sapori, e molti altri; è come se l’organismo non tollerasse una data sostanza, e si “intossicasse”, non riuscendo a metabolizzarla al meglio.

Questa reazione causa spesso un cattivo assorbimento complessivo, con conseguente comparsa di sintomi di varia natura, rendendo difficoltoso risalire alla reale causa del problema.

ALIMENTI E SOSTANZE TESTATE

Il test effettuato con strumento EAV esegue una ricerca approfondita sulle principali categorie alimentari, ad esempio aromi, carni, cereali, condimenti, dolcificanti, fibre, frutta, verdura, legumi, e pesce; in seguito, ricerca le singole sostanze che possono causare un’intolleranza alimentare, distinguendo tra quelle di lieve, moderata, o elevata intensità.

PERCHE’ EFFETTUARE QUESTO TEST

Effettuare il test delle intolleranze alimentari permette di evidenziare quali alimenti sono sgraditi all’organismo, ed in quale entità: ci possono essere diversi alimenti, o classi alimentari, che presentano malassorbimento, e con diversi gradi di criticità.

L’operatore specializzato sarà quindi in grado di consigliare il corretto stile alimentare e di vita da seguire per riportare lo stato di equilibrio e benessere.

PER INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI, CONTATTACI!

Apri Chat
Cerchi aiuto?
Ciao,
possiamo aiutarti?